Breaking News
Sanzione mancato versamento ... Con riferimento alla richiesta di parere in oggetto, ... - 08 Gen 2019
CIRCOLARE Inps n. 104 del 18/10/2018 - ... In allegato la Circolare n. 104 del 18 Ottobre 2018 con la ... - 08 Gen 2019
Aggiunto modello R3 - Scheda corsi in ... E' stato aggiunto un modello in formato Excel per la ... - 08 Gen 2019
Rapporti di apprendistato. Assetto del ... Circolare INPS n. 108 del 14 Novembre 2018 riguardo ... - 08 Gen 2019
Apprendistato di I Livello: guida ... [foto di Viktor Hanacek] In allegato copia del ... - 08 Gen 2019

Italian Cruise Day - Trieste 19 ottobre 2017

26 Luglio 2018

Carriere@ICD è il career day di Italian Cruise Day: ogni anno, sin dal 2011, l'iniziativa collaterale completa la giornata della crocieristica italiana con la partecipazione di giovani interessati alle prospettive professionali in questo comparto e le principali aziende che operano in esso.
Dopo aver seguito i lavori di Italian Cruise Day, a partire dalle 17 del 19 ottobre 2018 i 50 ragazzi che verranno selezionati potranno avere l’occasione di incontrare manager e responsabili di realtà impegnate nella produzione e nel turismo crocieristici, acquisendo importanti informazioni in grado di guidarli nelle future scelte professionali.

Italian Cruise Day ha dato appuntamento all'intero settore crocieristico italiano al 2018, anno in cui l'evento farà tappa a Trieste il 19 ottobre.
Ormai tappa fissa per i professionisti dell'industria crocieristica nazionale, appuntamento conosciuto ed apprezzato che trova un posto nell'agenda annuale degli operatori del comparto, Italian Cruise Day ha chiuso con ampio successo la sua settima edizione a Palermo.

Anche l'edizione 2018, realizzata in partnership con Trieste Terminal Passeggeri e con il supporto di CLIA Europe, si aprirà con la presentazione dei principali risultati di Italian Cruise Watch, il rapporto di ricerca curato da Risposte Turismo contenente dati aggiornati e rilevanti, approfondimenti su determinati aspetti e previsioni. Da lì si è sviluppata la giornata attraverso sessioni di discussione, presentazioni, keynote speech ed altri momenti su temi generali e specifici di forte attualità.

Link
Pagina Internet

 

Arriva l’app “Resto al Sud”, l’applicazione per i giovani del Mezzogiorno che vogliono fare impresa

26 Luglio 2018

L’app “Resto al Sud” è lo strumento che permette di monitorare l’incentivo del Governo gestito da Invitalia e rivolto agli under 36 che intendano avviare un’attività in otto regioni del Sud Italia.

La novità consente di seguire in tempo reale l’avanzamento della domanda per ricevere gli incentivi. Attivando le notifiche push nell’area pubblica dell’app, si possono avere informazioni, leggere le news e conoscere le date dei workshop e degli eventi di promozione in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Scaricabile in modo gratuito da Google Play e App Store, l’app è un alleato in più per gli aspiranti imprenditori nella costruzione del loro progetto.

I giovani che hanno presentato la domanda possono entrare nell’area riservata dell’app e seguire passo dopo passo la valutazione del progetto. Riceveranno una notifica sullo smartphone ogni volta che si passa allo step successivo o quando il team di valutazione ha bisogno di più informazioni. Grazie al calendario integrato, è possibile anche salvare le scadenze e gli appuntamenti.

L’app offre anche la possibilità di cercare le banche convenzionate per ricevere il contributo finanziario e gli enti pubblici, le università e gli organismi di terzo settore in grado di dare un aiuto concreto e gratuito agli aspiranti imprenditori per costruire il progetto d’impresa.

A chi è rivolto

Le agevolazioni sono rivolte ai giovani tra 18 e 35 anni che:

  • siano residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia al momento della presentazione della domanda di finanziamento
  • trasferiscano la residenza nelle regioni indicate dopo la comunicazione di esito positivo
  • non abbiano un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento
  • non siano già titolari di altra attività di impresa in esercizio

Possono presentare richiesta di finanziamento le società, anche cooperative, le ditte individuali costituite successivamente alla data del 21 giugno 2017, o i team di persone che si costituiscono entro 60 giorni (o 120 se residenti all’estero) dopo l’esito positivo della valutazione.

Cosa si può fare

Avviare iniziative imprenditoriali per:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • turismo

Sono escluse dal finanziamento le attività agricole, libero professionali e il commercio.

Link:

Sito Internet

Comunicato Stampa

 

CIRCOLARE INL N. 10 del 11-07-2018 - Appalto illecito ed inadempienze retributive e contributive

25 Luglio 2018

Al fine di assicurare uniformità di comportamento di tutti gli organi di vigilanza, si forniscono le seguenti indicazioni di carattere operativo, valide per gli accertamenti futuri e quelli non ancora definiti, condivise con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con l’INPS e con l’INAIL, in ordine alla ipotesi in cui, nell’ambito di un appalto non genuino, siano riscontrate inadempienze retributive e contributive nei confronti dei lavoratori impiegati nell’esecuzione dell’appalto.[CONTINUA]

CIRCOLARE Fipe n. 54 del 18-07-2018 - Nuovo codice contratto

25 Luglio 2018

Nuovo codice contratto Pubblici esercizi e Ristorazione collettiva e commerciale e turismo
Desideriamo informare che l’Inps, con messaggio n. 2310 dell’8 giugno scorso, ha comunicato l’istituzione del codice del Contratto collettivo nazionale di lavoro delle aziende dei settori pubblici esercizi, ristorazione collettiva e commerciale e turismo – sottoscritto l’8 febbraio 2018 tra Fipe, Angem, Lega Coop produzione e servizi, Federlavoro e servizi Confcooperative, Agci e Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil.
Si tratta del codice contratto 483, con decorrenza dal periodo paga giugno 2018.
Il nuovo codice deve essere evidenziato nell’elemento [CONTINUA]

EBRTS - Formazione erogata nell'anno 2017

25 Luglio 2018

Tutta la formazione erogata da questo Ente Bilaterale Regionale Turismo Siciliano (EBRTS), nell'anno 2017, con grafici esplicativi

I turisti cinesi: storia, preferenze e consumi su "le Pagine di Risposte Turismo"

25 Luglio 2018

Il quarto numero del 2018 de le Pagine di Risposte Turismo è dedicato ai viaggiatori cinesi.

Scritto da tre esperti del mercato, l'articolo propone contributi focalizzati su specifici aspetti, che vanno dalla storia ed evoluzione dei flussi turistici dalla Cina, alle modalità di accoglienza e preferenze del source market sino ancora alle modalità di pagamento preferite. Pur afferenti a diverse tematiche, contribuiscono alla conoscenza di un mercato in crescita continua e presentano specifici riferimenti a quanto l'Italia già beneficia di questi flussi e a quanto ancora potrebbe essere fatto per meglio accogliere i turisti cinesi.

Contratti a termine illegittimi? Va riconosciuta l’anzianità lavorativa e retributiva

09 Luglio 2018

Contratti a termine illegittimi

A seguito di dichiarazione, da parte della Corte di Appello, della nullità del termine apposto ad una serie di contratti e la condanna per il datore di lavoro al pagamento di undici mensilità globali di fatto a titolo risarcitorio, un lavoratore ha fatto ricorso in Cassazione chiedendo il riconoscimento dell’anzianità lavorativa e retributiva, con i relativi avanzamenti di grado, qualifica e mansioni e con le connesse differenze retributive.

A tal proposito, la Corte di Cassazione, con sentenza n. 17248 del 2 luglio 2018, ha evidenziato che anche dopo la Legge. n. 183/2010 e la legge di interpretazione autentica, la sentenza che accerta l’illegittimità del termine converte il contratto a termine in contratto a tempo indeterminato e dispone la riammissione del lavoratore in servizio.

Da quel momento il lavoratore avrà diritto a percepire le [continua sul sito]

Allegati all'articolo
LEGGE N. 92 DEL 28 GIUGNO 2012
LEGGE N. 183 DEL 4 NOVEMBRE 2010
CORTE COSTITUZIONALE – SENTENZA N. 226 DEL 25 LUGLIO 2014

 

Assegno di ricollocazione 2018: cosa sapere

04 Luglio 2018

[download limitato nel tempo]

I vantaggi per aziende e lavoratori

ANPAL e Ministero del lavoro hanno recentemente fornito indicazioni sull’accordo di ricollocazione, fissando i criteri e le modalità di accesso per aziende e lavoratori.

L'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro sta sollecitando affinché i disoccupati non perdano l'opportunità di richiedere l'assegno, operativo dallo scorso 16 maggio, finalizzato ad un servizio intensivo di assistenza nella ricerca di un lavoro.

Quanto dura il servizio? Quali sono i vantaggi per i datori di lavoro? Qual è la procedura di richiesta?

Trova le risposte a queste ed altre domande nella nuova Guida Tascabile "Assegno di ricollocazione 2018: cosa sapere".

Cosa apprenderai con la Guida Tascabile:
- Come richiedere l'assegno
- Quanto dura l'assistenza?
- Quali benefici per il lavoratore?
- Quali vantaggi per il datore?

Azione di contrasto al fenomeno del dumping contrattuale

04 Luglio 2018

 

Applicazione CCNL e tutela dei lavoratori

L'azione di contrasto al fenomeno del dumping contrattuale iniziata a gennaio 2018 è in corso su tutto il territorio nazionale, in particolare nel settore del terziario (circ. n. 3/2018), nel quale si riscontrano violazioni di carattere contributivo o legate alla fruizione di istituti di flessibilità in assenza delle condizioni di legge.
L'azione si concentra nei confronti delle imprese che non applicano i contratti "leader" sottoscritti da CGIL, CISL e UIL ma i contratti stipulati da OO.SS. che, nel settore, risultano comparativamente meno rappresentative (CISAL, CONFSAL e altre sigle minoritarie).
Fermo restando il principio di libertà sindacale, infatti, la fruizione di benefici, così come il ricorso a forme contrattuali flessibili, è ammesso a condizione che si applichino i contratti "leader" del settore, contratti che vanno comunque sempre utilizzati per l'individuazione degli imponibili contributivi. Le imprese che non applicano tali CCNL potranno pertanto rispondere di sanzioni amministrative, omissioni contributive e 22/6/2018 Notizie https://www.ispettorato.gov.it/it-it/notizie/Pagine/Applicazione-CCNL-e-tutela-dei-lavoratori-20062018.aspx 2/2 trasformazione a tempo indeterminato dei rapporti di lavoro flessibili. Anche gli eventuali soggetti committenti risponderanno in solido con le imprese ispezionate degli effetti delle violazioni accertate.

Regolamento per individuazione interventi esclusi dall'autorizz. paesaggistica

04 Luglio 2018

77

 

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 13 febbraio 2017, n. 31
Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata

Pubblicato sul sito dell’Assessorato Reg.le dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana la Circolare n. 9 del 30 giugno 2017 in cui vengono fornite istruzioni in ordine al D.P.R. 31/20017 che ha approvato il regolamento recante l’individuazione degli interventi esclusi dall’autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata.

In sintesi la circolare chiarisce che, ai sensi dell’art. 13 comma 3 del D.P.R. 31/2017, trova immediata applicazione nell’ordinamento siciliano il regime di esonero dall’obbligo di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di cui all’allegato A del citato Decreto.

La circolare precisa infatti che, in merito all’inciso “ fermo restando il rispetto delle competenze delle Regioni a Statuto speciale”, questo è da riferirsi alla diversa organizzazione degli uffici e delle competenze in materia di beni culturali e tutela del paesaggio presente nelle Regioni a Statuto speciale, quale la Sicilia, rispetto alle regioni a Statuto ordinario.

In ordine invece alle 42 tipologie di interventi, elencati nell’allegato B del D.P.R. 31/2017, soggetti al procedimento autorizzatorio semplificato, se eseguiti in aree vincolate, la Regione Siciliana dovrà intervenire con un proprio provvedimento amministrativo di accoglimento.

Con D.A. 30 giugno 2017, n. 3000
è stata approvata la nuova procedura riferita al rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche per i casi riguardanti interventi edilizi minori. Dall'1 luglio 2017, le istanze di autorizzazione paesaggistica per le tipologie di interventi elencate nell’allegato 1 al D.A. stesso, sono accompagnate dalla relazione paesaggistica semplificata.
A far data dal 1° luglio 2017 infatti il Decreto Assessoriale 300/2017 ha:
- individuato all’allegato 1 le tipologie di interventi di lieve entità soggetti a procedimento autorizzatorio semplificato (accogliendo quindi l’allegato B al D.P.R. 31/2017);
- approvato gli schemi di istanza di autorizzazione paesaggistica semplificata (allegato 2 come previsto all’art. 8 comma 2 del D.P.R. 31/2017, vedi all’allegato C al D.P.R. 31/2017) e di relazione paesaggistica semplificata (allegato 3 come previsto all’art. 8 comma 1 del D.P.R. 31/2017, vedi all.to D del D.P.R 31/2017)
La circolare chiarisce infine che, a seconda dell’intervento che si vuole porre in essere sarà possibile ricorrere a tre procedure diverse:
- Intervento libero (All.to A D.P.R. 31/2017): tali interventi non hanno obbligo di autorizzazione paesaggistica ma solo del titolo edilizio, se richiesto. In tale ipotesi non dovrà pertanto essere inviata alcuna comunicazione alla Soprintendenza e, qualora ciò avvenisse, sarà la stessa Soprintendenza ad avvisare l’istante che l’intervento, in quanto ricadente tra quelli di cui all’allegato A del D.P.R. 31/2017, non necessita di autorizzazione paesaggistica;
- Autorizzazione paesaggistica semplificata: questa attiene agli interventi di lieve entità (ndr. vedi allegato 1 del D.A. 300/2017, recepisce allegato B del D.P.R. 31/2017) l’istanza dovrà essere compilata, anche con modalità telematica, secondo il modello semplificato (ndr all.to C del D.P.R. 31/2017, recepito dall’all.to 2 del D.A. 300/2017), corredata da relazione paesaggistica semplificata, redatta da un tecnico abilitato (ndr all.to D del D.P.R. 31/2017, recepito dall’all.to 3 del D.A. 300/2017);
- Autorizzazione paesaggistica ordinaria: per gli interventi più significativi
La circolare infine, per i procedimenti pendenti, chiarisce che, in assenza di uno specifico regime transitorio, trova applicazione, trattandosi di norme procedurali, il principio generale “tempus regit actum”, dovendo distinguere, come chiarito dall’ufficio legale del MiBACT, i casi in cui alla procedura ordinaria subentra il regime di esonero dall’autorizzazione paesaggistica (All.to A) dai casi in cui al regime ordinario (art. 146 D.Lgs. 42/2004) subentra quello semplificato (All.to B D.P.R. 31/2017- All.to 1 D.A. 300/2017).
Pertanto se trattasi di interventi ed opere esonerati dall’obbligo di autorizzazione paesaggistica, se non ancora autorizzati, le istanze saranno archiviate previa comunicazione al privato dell’entrata in vigore del nuovo regime autorizzatorio per tali tipologie;
Se invece trattasi di interventi avviati e collocati nell’ambito della procedura ordinaria ma sottoposti, a seguito del nuovo regolamento, al regime semplificato occorrerà distinguere:
1) Se è stata presentata la documentazione prevista per il regime ordinario, il procedimento sarà concluso secondo il regime previgente;
2) Diversamente si dovrà richiedere la relazione paesaggistica semplificata

[VEDI ALLEGATI]

Bolletta luce gas, arriva il calcolatore per pagare meno

03 Luglio 2018

Fonte Corriere della sera
Autore Antonella Baccaro

energiapo

Il Portale dell’Acquirente unico

Il Portale Offerte è il sito pubblico realizzato e gestito da Acquirente unico, sulla base delle disposizioni dell’Autorità dell’energia. Digitando www.prezzoenergia.it i clienti domestici, famiglie e piccole imprese possono confrontare e scegliere in modo semplice, chiaro e gratuito le offerte di elettricità e gas. Il Portale offerte mette a disposizione un motore di ricerca di semplice utilizzo e offre una serie di informazioni utili sui mercati dell’energia elettrica e del gas e sulle novità di legge previste. In questa prima fase, dal 1° luglio 2018, saranno consultabili tutte le offerte PLACET (Prezzo libero a condizioni equiparate di tutela), ovvero offerte con prezzo libero ma condizioni contrattuali definite dell’ARERA. Da settembre, saranno presenti le offerte oggi disponibili nell’attuale Trova offerte dell’Autorità (quindi le offerte del mercato libero volontariamente iscritte e le condizioni di Tutela) e da dicembre tutte le offerte del mercato libero.
Il Portale Offerte è realizzato e gestito da Acquirente Unico, come disposto dall’ARERA(Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) in attuazione della legge 124/2017 che ha previsto la fine dei servizi di tutela dal 1 luglio 2019. Da questa data, infatti, i clienti e le piccole imprese che hanno ancora contratti di fornitura a prezzi e condizioni regolate dall’ARERA dovranno necessariamente scegliere fra le sole offerte sul mercato libero.

[Articolo completo]

EBRTS Social

Iscriviti alla nostra Pagina Facebook sè vuoi essere sempre aggiornato circa le ultime Novità ed Eventi

>> vai alla nostra pagina Facebook