Breaking News
Bene apertura a wedding planner ... Fonte: Giornaledilipari   Del Bono Federalberghi ... - 10 Set 2018
Turismo in Sicilia, Confcommercio: ... Fonte: Agrigento Notizie A lanciare l’appello, ... - 28 Ago 2018
Assunzioni turismo 2018: offerte lavoro ... Fonte: Investire OggiAutore: Chiara Lanari Nuove offerte ... - 28 Ago 2018
Siracusa, potenziare il turismo: ... Fonte SiracusapostAutore: desk5 Riprese le ... - 27 Lug 2018
Confartigianato: Formazione, aperte le ... Nuova scommessa di Confartigianato: migliorare la ... - 27 Lug 2018
Articoli filtrati per data: Dicembre 2015 - E.B.R.T.S - Ente Bilaterale Regionale Turismo Siciliano

Materiale distribuito durante il seminario

"Nuove normative - aggiornamento e formazione"

Argomenti:
Riduzione costo lavoro e flessibilità - Tirocini / Tirocini Estivi / Apprendistato
Riduzione costo del Lavoro e flessibilità – Welfare Aziendale della Bilateralità
Nuovi Adempimenti Protezione dati personali (privacy) (entrano in vigore dal 25.05.2018)
Risparmio Costi di Gestione – Risparmio Energetico
Demanio, concessioni, canoni e recupero tasse comunali

     

 

D.ssa Antonella Marsala  

Slide presentazione

Welfare aziendale
schema fiscale AM 2018

Accordo detassazione
5 ottobre 2016

Schema di come era

     
     

 Studio legale Law Firm

 

Seminario

Servizi

     
     

Innovazione Energia 

  Solare termico
     
     
Neostudio   Protezioni dati personali
     
     
MGMD    Presentazione
     
     
Accademia del Coaching   Presentazione
     
     
Associazione Working  

Il contratto di apprendistato

Il tirocinio extracurriculare

     
     
     
     
     

 

 

 

Pubblicato in Seminari

Regolamento recante la definizione delle condizioni di esercizio dei condhotel, nonche' dei criteri e delle modalita' per la rimozione del vincolo di destinazione alberghiera in caso di interventi edilizi sugli esercizi alberghieri esistenti e limitatamente alla realizzazione della quota delle unita' abitative a destinazione residenziale, ai sensi dell'articolo 31 del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164. (18G00036)

(GU n.54 del 6-3-2018)

Vigente dal: 21-3-2018

Pubblicato in Leggi e Regolamenti

 

Presentazione Ergon 2018

Presentazione regolamento Europeo 679

http://www.ebrts.it/ergon

Pubblicato in News

Fonte Edotto

Autore Rossella Schiavone

Ai sensi dell’art. 14, comma 1, lett c), D.Lgs. n. 81/2015, è vietato il ricorso al lavoro intermittente ai datori di lavoro che non hanno effettuato la valutazione dei rischi in applicazione della normativa di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con lettera circolare n. 49 del 15 marzo 2018, ha confermato le disposizioni a suo tempo fornite con circolari nn. 18 e 20 del 2012, in base alle quali la stipula di un contratto di lavoro intermittente in violazione della suddetta norma comporta la conversione del rapporto di lavoro intermittente in un ordinario rapporto di lavoro subordinato.

Tale conclusione si fonda su di un consolidato orientamento della Corte di Cassazione che, anche se formatosi in relazione al contratto a termine, ha espresso il principio generale secondo il quale la contrarietà a norma imperativa di un contratto di lavoro "atipico" ne comporta la nullità parziale ai sensi dell'art. 1419 c.c., con conseguente conversione dello stesso nella "forma comune" di contratto di lavoro subordinato.

La circolare illustra ampiamente l’orientamento della Suprema Corte e riporta anche la prevalente giurisprudenza di merito, per arrivare a sostenere che l'assenza della valutazione del rischio comporta un vizio del contratto che va corretto ai sensi dell'art. 1419 c.c., senza che possa avere alcun rilievo la mancanza di una norma "sanzionatoria" espressa.

Tuttavia, la conversione dei rapporti intermittenti in rapporti di lavoro ordinario non può in ogni caso confliggere con il principio di effettività delle prestazioni secondo cui i trattamenti, retributivo e contributivo, dovranno essere corrisposti in base al lavoro - in termini quantitativi e qualitativi - realmente effettuato sino al momento della conversione.

In conclusione l’INL, nel confermare le sue indicazioni, ammette che la trasformazione del rapporto di lavoro intermittente in un rapporto subordinato a tempo indeterminato potrà essere a tempo parziale proprio in ragione del principio di effettività delle prestazioni.

Pubblicato in Sicurezza

EBRTS Social

Iscriviti alla nostra Pagina Facebook sè vuoi essere sempre aggiornato circa le ultime Novità ed Eventi

>> vai alla nostra pagina Facebook